LA BATTERIA IN BIANCO & NERO

LA BATTERIA IN BIANCO & NERO

Live set e clunic

Alcuni ‘pionieri’ della batteria italiana si esibiranno con la ‘Musika 2017 House Band’ facendoci riascoltare dal vivo come e cosa si suonava ai tempi d’oro della televisione e del varietà del sabato sera. Bruno Biriaco, Gegè Munari Ellade Bandini e Roberto Podio saranno poi protagonistidi un incontro/tavola rotonda moderata da Roberto Gatto in cui racconteranno al pubblico la loro carriera e come si studiava musica ben prima dell’avvento di Internet e dei social network.

Bruno Biriaco

Prima della batteria studia il pianoforte, durante il liceo, praticandola batteria da ‘autodidatta’. Intorno al ’68 comincia a studiare anchecomposizione. Nel 1964 incontra Sergio Conti, batteristadell’orchestra della TV di Roma (collega di Podio), che lo porta alleregistrazioni dell’orchestra nella sala A di via Asiago (con il M°Canfora per Studio Uno e con il M° Ferrio per Teatro 10). Nel 1966,tramite Puccio Sboto, viene a contatto con l’ambiente del jazzromano. Gegè Munari con i suoi consigli è stato suo ‘maestro’ perl’aspetto più jazzistico della batteria nel piccolo gruppo. Nel 1972nasce il Perigeo, da un progetto voluto da Giovanni Tommaso, presenza di eccellenza nel panorama musicale italiano di queglianni e non solo. Con lo scioglimento del Perigeo nel settembre 1977nascono i Saxes Machine (fino al 1983), gruppo che sintetizzava ilsound della big band in una sezione strumentale.Lavora poi in TV come compositore di musiche e direttore diorchestra (1983 Domenica In di Pippo Baudo: partendo da unaritmica con un solista, in ogni puntata veniva aggiunto un musicistafino al completamento dell’orchestra in tutte le sue sezioni con un totale di 18 elementi). Ha esperienze di direzione anche in camposinfonico e oggi è arrangiatore e direttore della Galaxy Big Band.

Gegè Munari

Piccolissimo balla il tip tap nell’orchestra di famiglia (Otto MunariOtto) con il fratello Pierino alla batteria, suo primo e unico insegnante, che sostituisce quando questi parte militare. Negli anni’60 si trasferisce a Roma suonando con jazzisti (Romano Mussolini, Nunzio Rotondo, Enrico Rava) e stelle della musica leggera alla RCS (Patti Pravo, Gianni Morandi). Lavora in orchestra RAI con Morricone, Trovajoli, Canfora. Tra le sue collaborazioni in ambito jazzistico Gato Barbieri, Chet Backer, Art Farmer, Lee Konitz, Johnny Griffin. Con Giorgio Rosciglione costituisce una delle ritmiche più affidabili del jazz italiano. Continua a suonare con immutata energia, raccogliendo attorno a sé i migliori giovani talenti del jazz capitolino.

Ellade Bandini

Ellade Bandini è un batterista italiano, con una lunga carriera da turnista e di concerti, ed ex-membro dei The Pleasure Machine.

Bandini, nella sua lunga carriera, ha collaborato con moltissimi altri musicisti e artisti italiani: Francesco Guccini, Claudio Lolli (nell'album Nove pezzi facili), Roberto Vecchioni, Paolo Conte, Fabio Concato, Vinicio Capossela, Fabrizio De André, Angelo Branduardi, Mina, Pino Presti, Victor Bach, Adriano Celentano, Bruno Lauzi, Dik Dik, Equipe 84, Nomadi, Antonello Venditti, Ron, Biagio Antonacci, Ornella Vanoni, Claudio Villa, Mario Del Monaco, Edoardo Bennato, Renato Rascel, Luigi Proietti, Little Tony, Bobby Solo, Fiordaliso, Betty Curtis, Ricky Gianco, Gian Pieretti, Milva, Zucchero, Maurizio Geri, Loredana Bertè, Renato Zero, Fiorella Mannoia, Eros Ramazzotti e tanti altri.

Roberto Podio

Il direttore d’orchestra Riz Ortolani, un amico di famiglia, convince il padre a comprargli una batteria. Suona a fine anni ’50 con Nunzio Rotondo e Romano Mussolini, quindi con Lelio Luttazzi. Entra in pianta stabile nell’orchestra TV della RAI nel 1967 e vi resta sino al1990, quando divente dirigente, occupandosi delle videocassette Video rai in vendita nelle edicole. Nel ’94 torna in orchestra, ma un anno dopo va in pensione. Tra spettacolo di varietà e concerti di jazz, con l’orchestra ha accompagnato ospiti come Lionel Hampton, Sonny Rollins, Chet Baker, Toots Thielemans, Joao Gilberto, Caterina Valente, Mina. Ha preso parte a molte registrazioni discografiche e di colonne sonore negli anni ’70 e ’80, sigle delle trasmissioni televisive e titoli di coda dei vari Studio Uno, Canzonissima, ecc.